Etichette per resistenza estrema al calore

Identificare l'acciaio e l'alluminio con un'etichetta? Si può.

FPE realizza etichette con materiali appositamente studiati per identificare l’acciaio: piastre, blumi, barre, serpentine (calde), billette, cavi; e per identificare l'alluminio, che include canali di colata continua: lingotti, serpentine (fredde e calde), billette. Questi materiali sono in grado di resistere in ambienti esterni e all'esposizione di agenti chimici.

Le speciali proprietà adesive consentono l'applicazione manuale o automatica a seconda dell'esigenza del cliente.

Tutti i materiali utilizzati, per realizzare le etichette, consentono la stampa a trasferimento termico dei codici a barre per la tracciabilità automatica; inoltre essi permettono la gestione di materiali lungo l’intera catena logistico-produttiva, migliorando così l’efficienza e la sicurezza.

E' possibile suddividere la tipologia di applicazione delle etichette in due categorie:

1) Etichette applicate a temperature ambiente e successivamente esposte a calore estremo. Gli impieghi previsti includono metalli soggetti a un'elaborazione secondaria, ad esempio omogeneizzazione, ricottura o cottura.

2) Etichette applicate sul materiale caldo fino a circa 600°C e successivamente esposte a temperature estreme fino a 1.000°C. In questo modo è possibile identificare la merce a caldo immediatamente dopo il processo di gettata, senza dover attendere il raffreddamento del materiale.